Il Principe del sorriso

Una volta Luciano De Crescenzo disse: «Ringrazio Dio di avermi fatto nascere in Italia e a Napoli, altrimenti mi sarei perso l'arte di Totò». Sì, perché Antonio De Curtis - il principe della risata o del sorriso - rimane il solo comico che l'Italia possa contrapporre a Charlot e a Keaton: con mimica insuperabile e movenze marionettistiche riscattò anche le battute più logore dei film da cassetta. Totò esordì sui palcoscenici rionali e giunse al successo delle grandi riviste di varietà per poi dilagare nel cinema con oltre cento film. Il modo migliore per conoscere Totò è guardare i suoi film ma in libreria si può approfondire: la migliore biografia è forse quella di Vittorio Paliotti Totò. Principe del sorriso (Pironti). C'è poi un testo ricavato dalle battute dello stesso Totò: Toto si nasce e io, modestamente, lo nacqui. Purtroppo di Totò non ne nascono più.