Una raccolta fondi per salvare la chiesa dipinta da Vincent van Gogh

Il tetto lascia filtrare la pioggia, pertanto ha bisogno di un restauro urgente per evitare danni maggiori all'edificio

Una raccolta fondi è partita nella cittadina francese di Auvers-sur-Oise, a una trentina di km da Parigi, per salvare la chiesa resa celebre con un dipinto da Vincent van Gogh (1853-1890), che qui visse gli ultimi tre mesi di vita e che, morto suicida, è sepolto nel cimitero locale.

Il simbolo di Auvers-sur-Oise, infatti, è in pericolo, l'umidità ne minaccia la struttura.

La chiesa romanica di Notre-Dame de l'Assomption, che Van Gogh ha immortalato nella primavera del 1890, è in un cattivo stato di conservazione: il tetto lascia filtrare la pioggia, pertanto ha bisogno di un restauro urgente per evitare danni maggiori all'edificio.

Piove anche in sacrestia e nella navata, mentre l'intonaco in alcuni punti cade già a pezzi.

Il progetto di restauro, riferisce un articolo del quotidiano "Le Figaro", ammonta a circa 600mila euro.

Anche se in parte lo Stato, la Regione e il dipartimento locale pagheranno l'intervento, questa somma non è ora nelle disponibilità del municipio di Auvers-sur-Oise, che è proprietario dell'edificio sacro.

A fronte dell'urgenza dei lavori e a causa dell'impossibilità di pagare con la cassa comunale la somma di 600mila euro, il sindaco Isabelle Mézières ha lanciato un appello pubblico ai francesi per una raccolta fondi attraverso la Fondation du Patrimoine.

Più di duemila euro sono stati già raccolti in breve tempo. Entro il 2019 l'obiettivo del municipio sarebbe anche quello di sistemare il cimitero dove riposa l'artista olandese.