Da ragazzo scrissi una farragine di pezzi...la lettera

Ecco la lettera che Verdi scrisse nel 1853 a Isidoro Cambiasi riferendosi alle esperienze compositive della sua giovinezza:

D agli anni 13 fino agli anni 18 (epoca in cui venni a studiare il contrappunto in Milano \) ho scritto una farragine di pezzi: Marcie per banda a centinaja: forse altrettante piccole Sinfonie che servivano per Chiesa; pel Teatro, e per accademie: cinque o sei tra concerti e variazioni per Piano forte che io stesso suonava nelle accademie: molte serenate: cantate, (arie, duetti, moltissimi terzetti) e diversi pezzi da chiesa di cui non ricordo che uno Stabat-Mater \ Ritornato in patria ricominciai a scrivere Marcie, Sinfonie, pezzi vocali etc. una Messa intiera, un Vespero intiero, tre o quattro Tantum ergo e altri pezzi sacri che non ricordo...


di Giuseppe Verdi