La Compagnia dell'Anello non sarebbe mai arrivata a Mordor

Secondo due ricercatori dell'Università di Leicester la Compagnia dell'Anello non sarebbe mai riuscita a compiere l'impresa: "Troppo pane elfico da trasportare"

Attraversare la Terra di Mezzo per distruggere l'Unico Anello. Mai impresa fu più ardua. Dai libri di Tolkien alla trilogia cinematografica di Peter Jackson, le gesta della "Compagnia dell'anello" hanno emozionato milioni di lettori e spettatori, ma uno studio scientifico rischia di rovinare la magia dell'epica tolkeniana.

Skye Rosetti e Krisho Manoharan, ricercatori dell'Università di Leicester, hanno condotto uno studio dal titolo "Camminando nella terra di Mordor quanto Lembas sarebbe servito alla compagnia?" pubblicato nel Journal of interdisciplinary science topics. Rosetti e Manoharan attraverso un metodo scientifico hanno cercato di calcolare quanto "pane elfico" sarebbe servito alla compagnia per compiere le sue avventure.

Per prima cosa i due hanno dovuto stabilire il metabolismo dei personaggi. Dato che nella Terra di Mezzo ci sono specie diverse, elfi, hobbit, uomini e nani, i ricercatori hanno incrociato il metabolismo dei protagonisti con quello di animali che ricordassero le condizioni di vita dei personaggi. Gli elfi sono stati incrociati con il capriolo, dato che in entrambi i casi l'habitat e l'alimentazione sono stati considerati simili stabilendo il numero minimo di calorie per Legolas (l'eflo della compagnia) a 1400. Per gli umani (Aragorn, Gandalf e Boromir) si è scelto di applicare la dieta che avevano gli uomini nel paleolitico incrociandola con quella della volpe rossa e stimando in 1700 calorie il fabbisogno degli uomini. Gli hobbit (Frodo, Sam, Merry e Pipino) sono stati invece incrociati con un tipo particolare di opossum calcolando 1800 calorie necessarie.

A questo punto non restava che calcolare le calorie necessarie a compiere l'impresa. I ricercatori hanno voluto specificare che per semplicità di calcolo è stato considerato un viaggio "normale", senza ciò le schermaglie lungo il percorso. "Non abbiamo considerato ne la cattura di Merry e Pipino da parte degli Uruk-Hai e nemmeno il combattimento di Gandal contro il Balrog e per semplicità abbiamo conteggiato Boromir per tutta la durata del viaggio". I 92 giorni dell'impresa sono poi stati suddivisi per le tratte e il conto delle calorie necessarie spacchettato in base alla durezza delle varie tappe. Alla fine lo studio ha stimato che per l'intera compania sarebbero serviti 1.780.214 calorie.

Stabilito questo i ricercatori hanno analizzato il Lembas, il pane elfico. Secondo i Rosetti e Manoharan il pane doverbbe avere un contenuto calorico molto elevato, circa 2638 calorie. A questo punto è bastato dividere le calorie necessarie per il singolo Lembas stabilendo che per tutta l'impresa sarebbero servite 677 porzioni di pane elfico. 304 per gli hobbit, 214 per gli uomini, 99 per Gimli, il nano, e 66 per Legolas.

Risulta difficile quindi che solo 9 persone potessero portare con se un simile quantità di pane, considerando anche il fatto che la maggior parte degli spostamenti avveniva a piedi e solo di rado a cavallo. Ovviamente la valutazione resta in piedi se tutti i membri della compagnia rispettano la dose giornaliera, ma rimane un incognita. Avranno tenuto conto della golosità degli hobbit e dei loro 5 pasti al giorno?

Commenti

Tharinleu

Lun, 21/09/2015 - 14:57

(parte 1) 1)non mangiano solo lembas 2) non arrivano a Mordor in 9 3) il lembas lo ricevono a Lorien con altro cibo la partenza da lorien avviene il 16 febbraio la compagnia di 8 membri viaggia lungo l'Anduin per 9 giorni ( presumibilmente mangiano le provviste date dagli elfi assieme al Lembas visto l'ammonimento degli elfi stessi " "consumatene poco alla volta, e solo se ne avete veramente bisogno" )

Tharinleu

Lun, 21/09/2015 - 14:57

(parte 2 ) il 26 febbraio Frodo e Sam si separano dalla compagnia e viaggiano da soli quindi da qui in poi mangiano solo lembas fino al 25 marzo data di arrivo a Monte Fato, 30 giorni di lembas meno due giorni prigionieri di Faramir ( possiamo immaginare che mangino altro e non lembas Faramir infatti dice " Ora riposate per qualche minuto, mentre prepariamo il pranzo." e il giorno dopo " Quindi vennero condotti a un tavolo apparecchiato per tre " ) inoltre Faramir dona delle scorte di cibo ai due Hobbit " ho fatto mettere nei vostri fagotti una piccola scorta di cibo adatto ai viandanti" da considerare poi c'è un giorno di coniglio cacciato da Gollum.

Tharinleu

Lun, 21/09/2015 - 14:57

(parte 3) in totale restano 27 giorni di lembas + provviste di Faramir ...per gli Hobbit un lembas al giorno era piu che sufficiente ( come suggeriscono gli elfi "uno solo di essi basta a sostenere un viaggiatore per un intera giornata di faticoso cammino fosse anche esso uno degli alti uomini di Minas Tirith" ) 27 dolci a testa da trasportare non sia un enormità....

Tharinleu

Lun, 21/09/2015 - 15:00

(parte 4) inoltre l'articolo dei due ricercatori si riferisce solamente al consumo di calorie per razza ( umani, elfi e mezz'uomini) senza un inserimento diretto nelle vicende dell'opera, chi lo ha inserito nell'opera si può tranquillamente dire che dovrebbe leggere prima il libro poi fare i calcoli... dal mio punto di vista un articolo impreciso e campato per aria

Tharinleu

Lun, 21/09/2015 - 15:33

mi correggo, c'è anche l'articolo sul calcolo del lembas consumato... ma a conti fatti il risultato non cambia...articolo impreciso e campato per aria ...prima di scrivere è meglio leggere il libro

Maver

Mer, 23/09/2015 - 14:00

@Tharinleu, lei è molto preparato nella materia e dimostra di amare la letteratura tolkieniana, ma ciò che andrebbe detto ai ricercatori dell'Università di Leicester è che sono solo degli uggiosi pedanti senza il senso dell'umorismo. Un saluto.