LA SOLUZIONE

Silvio Pellico (1789-1854). Autore delle Mie prigioni, racconto di otto anni nel carcere asburgico dello Spielberg, a Brno. Il romagnolo all’origine dei suoi guai è Pietro Maroncelli. Costui scrisse le Addizioni alle «Mie prigioni», coi propri ricordi sul soggiorno nella catorbia morava. L’aggiunta fu sgradita a Pellico. Il tono aggressivo di Maroncelli era, infatti, in contrasto con quello perdonante dell’opera sua. Il dramma bocciato da Foscolo è la Francesca da Rimini, opera a cui anche è legata la fama letteraria di Pellico. L’allusione alla sua omosessualità è solo malignaggine di Vincenzo Gioberti, solito a strafare nelle polemiche.