Turismo culturale, ottimo inizio di 2014 per i musei fiorentini (+8%)

Dopo un buon 2013, il polo museale del capoluogo toscano ha cominciato l'anno nel migliore dei modi. I visitatori degli Uffizi sono aumentati del 5,3%, quelli delle Cappelle medicee del 14,4%. L'anno scorso vendute quasi 89mila «Firenze Card», con un incremento del 40% sul 2012

Dopo un buon 2013, i musei statali di Firenze sono entrati nel 2014 con il piede giusto. In gennaio e febbraio il polo fiorentino hanno registrato quasi 36mila ingressi in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, con un aumento pari all'8,08%. Nel mese di gennaio l'incremento ha fatto registrare il 15,24%, mentre in febbraio si è fermato al 2,13%. L'incremento di visitatori è avvenuto in tutti i musei a pagamento del Polo Fiorentino. Nel dettaglio, rispetto al primo bimestre di un anno fa, la Galleria degli Uffizi è cresciuta del 5,28% (pari a 10.030 visitatori) e la Galleria dell'Accademia del 6,41% (+6.083 ingressi); addirittura a doppia cifra percentuale l'incremento delle Cappelle Medicee (+14,39% pari a un aumento di 3.307 visitatori) e dell'accoppiata Galleria Palatina-Galleria d'arte moderna di Palazzo Pitti (+10,48% pari a 4.091 ingressi in più).
Molto positivi anche i risultati del Museo nazionale del Bargello (+7,62%), del gruppo Giardino di Boboli-Museo degli Argenti-Museo delle Porcellane-Galleria del Costume (+7,48%), del Museo di San Marco (+4,81%) e di Palazzo Davanzati (+1,82%).

Incrementi notevoli, infine, anche per le ville medicee di Cerreto Guidi (+114,80%), di Poggio a Caiano (+27,01%) e Petraia (+24,69%) e del Chiostro dello Scalzo (+50,74%).
Al buon consuntivo 2013 dei musei fiorentini, nonché all'ottimo inizio di 2014, ha contribuito non poco il successo della Firenze Card, la tessera che consente l'ingresso a numerosi musei della città. L'anno scorso sono stati venduti 88.717 biglietti cumulativi, con quasi 700.000 ingressi, oltre il 40% in più rispetto al 2012. La media di vendite giornaliera è passata da 86 carte (2011) a 172 (2012) a 244 (2013) con una crescita corrispondente delle visite, che ora superano le 1.900 giornaliere.

Il 2013 ha visto una crescita importante dell'offerta museale, con l'aggiunta tra l'altro dei musei dell'Opera del Duomo e del complesso di Santa Croce (che da solo ha registrato oltre 140.000 visite) più alcuni importanti servizi tra i quali particolarmente apprezzato dai visitatori stranieri è l'accesso esteso alla rete wifi della città di Firenze.

Complessivamente dalla nascita della card (marzo 2011) a oggi sono state vendute 175.797 card con cui sono stati effettuati 1.221.842 ingressi nei musei convenzionati (ad oggi 60, che coprono oltre il 95% delle visite della città di Firenze). Va inoltre evidenziato che l'utilizzo della carta aiuta la diffusione dei visitatori nella città, permettendo al turista di visitare anche musei meno affollati e conosciuti che contengono però autentici tesori.