Usa, come si è formata una superpotenza

«Ogni grande potenza ha un suo stile, un “taglio operativo” caratteristico. \ Mentalità, stile di pensiero, comportamenti; tutto un insieme di elementi personali e sociali sottende gli aspetti materiali e istituzionali: questo si può chiamare “civiltà”». Loretta Valtz Mannucci, figlia di emigranti laureata ad Harvard e poi «rientrata» in Italia dopo tante storie «particolari», dà alle stampe un affresco completo di storia statunitense Genesi della potenza americana. Da Jefferson a Wilson (Bruno Mondadori, pagg. 302, euro 22), garantendoci che è già pronto il secondo volume in grado di traguardare i giorni nostri. Insieme a una ricca aneddotica, non risparmia critiche alla superpotenza americana. Nel suo caso però è un atto d’amore di chi ci crede e rischia di diventare troppo esigente.