Verrà riaperta la tomba di Tutankhamon

Forse il sepolcro del re-bambino nasconde l'ultima dimora di Nefertiti, ritenuta la madre del ragazzo

Si scava dentro il mito. Letteralmente. Il 26 novembre la tomba di Tutankhamon, il più famoso faraone, verrà aperta. L'obiettivo è chiarire una volta per tutte se abbia fondamento l'ipotesi, suggestiva, avanzata da Nicholas Revees dell'Università dell'Arizona: il sepolcro nasconderebbe la tomba di un'altra figura mitica dell'antico Egitto: la regina Nefertiti, una delle donne più potenti dell'antichità, ritenuta la madre del ragazzo-re. Lo studioso è convinto che dietro uno dei muri della tomba del giovane faraone possa nascondersi la camera mortuaria di Nefertiti. A comunicarlo è stato il ministro delle Antichità egiziano Mamdouh el Damati: i lavori saranno naturalmente eseguiti con tecniche sofisticate per non compromettere ambienti così delicati e a rischio. Le operazioni andranno avanti per tre giorni. E in Egitto sperano nel botto: il terrorismo ha messo in grave difficoltà il turismo e le autorità sono alla ricerca di una notizia pesante, magari sensazionale, per rilanciare le piramidi nel mondo.