Cumuli vietati ai giornalisti

Giornalisti, qualcuno lassù non vi ama. Domani il governo darà il via all’abolizione del cumulo fra pensione e lavoro: una misura che riguarderà lavoratori dipendenti e autonomi in pensione di vecchiaia o di anzianità a carico dell’assicurazione generale obbligatoria (l’Inps, per capirci). L’unica esclusione, a quanto sembra dalle anticipazioni circolate nelle ultime ore, riguarda le «forme pensionistiche gestite dagli enti di diritto privato». Una formula generica, ma che si riferisce praticamente all’Inpgi, l’istituto di previdenza dei giornalisti, che è rimasto l’unico privato. Per i giornalisti pre-pensionati, niente lavoro dunque. Almeno, in attesa di emendamenti da parte di parlamentari amici.