A Cuneo il 40% di Air Italy

da Milano

Il fondo Sinergia con imprenditori, gestito da Synergo Sgr, che fa capo a Gianfilippo Cuneo, ha rilevato il 40% della compagnia charter Air Italy, tramite un aumento di capitale del vettore aereo operativo dal maggio 2005, con basi a Milano, Verona e Roma. L'operazione per Synergo - si colloca «nell'ambito di un ambizioso piano di sviluppo di Air Italy che si candida ad acquisire, nei prossimi tre anni, una significativa quota di mercato europeo nel segmento leisure e una presenza focalizzata e profittevole nel segmento low cost del trasporto aereo passeggeri». Sinergia diventa il primo azionista, mentre il 60% è suddiviso fra tre società estere, attraverso due delle quali resta significativa la presenza di Giuseppe Gentile (ex Alitalia, che fu poi uno dei fondatori di Air Europe), che infatti resta presidente e amministratore delegato. Air Italy è operativa dal maggio 2005 con charter di medio e lungo raggio e prevede di chiudere il 2006 con un fatturato di 70 milioni di euro, grazie ai circa 500mila passeggeri trasportati, con risultato in pareggio. Con l'ingresso di Sinergia, Air Italy mira a raggiungere, nei prossimi 3 anni, ricavi vicini a 300 milioni di euro, con circa 2 milioni di passeggeri, mantenendo livelli di redditività in linea con i migliori standard internazionali di settore.