Il cuore batte con un’anima in silicio

Il nuovo materiale utilizzato per costruire la ruota di scappamento dell’Heart Beat di Frédérique Constant

Quando, nel 1992, Franck Muller smise i panni del maestro orologiaio per vestire quelli della marca, furono in pochi a credere nel suo successo. L'establishment orologiero svizzero, ancora provato dalla profonda crisi degli anni '80, ne decretò immediatamente il fallimento, considerandolo come un inutile tentativo alla ricerca di gloria personale, dalla sorte già segnata. Fu, invece, il primo, chiaro segnale che l'orologeria indipendente dalla radicate, tradizionali e storiche Maison elvetiche poteva trovare spazio sul mercato, purché capace di portare idee nuove, concetti innovativi, soluzioni tecniche ed estetiche mai sperimentate in precedenza. E che soluzioni, dalla celeberrima cassa Cintrée Curvex alle innumerevoli Prime Mondiali che ogni anno lo confermarono nell'olimpo dell'Alta Orologeria. Certo, il maestro orologiaio ginevrino non avrebbe potuto raggiungere i suoi obiettivi senza la collaborazione commerciale e finanziaria del socio storico Vartan Sirmakes, oggi CEO del Gruppo Franck Muller (costituito anche dai marchi: Pierre Kunz, European Company Watch, Rodolphe, Barthélay, Backes & Strauss, Martin Braun). Sirmakes riassume così la filosofia di base del marchio Franck Muller: "Noi non ricerchiamo la novità eclatante per il puro piacere di stupire; la nostra divisione di Ricerca & Sviluppo lavora sull'onda della passione e per il gusto della sfida, mai, però fine a se stessa". Ed il presente di questo concetto è nelle mani di un altro maestro "vecchio stile" come Pierre-Michel Golay, al quale il giovane allievo della scuola di orologeria di Ginevra Franck Muller guardava con ammirazione già negli anni 90 quando Golay era l'unico a lavorare sull'alta complicazione. E’ invece una visione diversa dell'Alta Orologeria quella espressa dal Cintrée Curvex Doppia Ora Retrograda, in cui la Franck Muller ha immaginato una visualizzazione del tempo con ore del giorno e della notte ben suddivise, su due settori a indicazione retrograda: normalmente, questa funzione viene assicurata da un contatore ausiliario delle ore regolato sulle 24 ore. A consentire un simile risultato tecnico, un movimento automatico composto da 271 componenti (85 relativi al modulo per la doppia affissione retrograda), 43 rubini, funzionante a 28.800 alternanze ora, con 42 ore di riserva di carica. La cassa in oro bianco incornicia un quadrante laccato traslucido e rifinito soleil, disponibile bianco, nero o blu. Il costo è di 30.000 franchi svizzeri.