IL CUORE SPEZZATO NON LE SI ADDICE

Ecco la mia lettera a Marta Vincenzi: «Signora Sindaco, il ruolo dell'attrice dal cuore spezzato credo non Le si addica, anzi, non Le si addice proprio, e vorrei provare a spiegarLe il perché: la Sua appassionata arringa svoltasi nell'ultimo Consiglio Comunale non mi ha commosso, anzi mi ha soprattutto sorpresa. Il Suo scagliarsi con tanta veemenza e forza verso il passato, verso coloro che l'hanno preceduta nella gestione del potere, non può non farLe ricordare che Lei stessa era un pezzo importante di quella gestione, di quel potere. Lei, super assessore della Giunta Pericu, perché, Signora Sindaco, non denunciò allora dall'interno della stanza dei bottoni, dalla stessa Giunta dove sedeva, la cattiva gestione dell'Ente Comune? Signora Sindaco, sono convinta, e sottolineo sono convinta, (...)