Cuper tra passato e futuro «In 90’ mi gioco tante cose»

Hector Cuper per quasi quaranta minuti ci ha sperato, creduto. Il gol di Budan con cui il Parma aveva scardinato il “Franchi” di Firenze, metteva il tecnico argentino in buona posizione nella rincorsa alla salvezza. Ma, come spesso è accaduto in questa stagione balorda, i gialloblù si sono fatti rimontare e ora tutto è rimandato all’ultima giornata. Dove Cuper incontrerà la sua amata Inter e dovrà per forza di cose batterla, sperando poi in un successo della Roma sul Catania: «Non avrei mai immaginato di giocarmi tante cose negli ultimi 90 minuti - ha detto l’hombre vertical - il finale è a sorpresa ma ora facciamo quello che dobbiamo, poi vedremo che succede». Tornerà dalla squalifica Couto e mancherà, per lo stesso motivo, Dessena: ma, a questo punto del campionato, più che gli uomini conta la testa. E Cuper, vedi 5 maggio, lo sa benissimo.