LE CURIOSITÀ

ANCHE IL TRAP A COLONIA

INVITATO DA BENEDETTO XVI
Alla Giornata mondiale della gioventù parteciperà anche l’allenatore dello Stoccarda Giovanni Trapattoni, invitato personalmente da Papa Benedetto XVI. «Ho un invito e mi piacerebbe andarci: ci alleniamo la mattina e dopo potrei prendere il treno», ha dichiarato ieri Trapattoni. L’allenatore, che ha una sorella monaca, ha aggiunto tuttavia sorridendo che sarebbe partito solo con il permesso del club. Immediato il via libera del direttore sportivo della squadra, Herbert Briem: «Certamente che può partire», ha detto. L’incontro con il Pontefice è fissato per il 18 agosto.
UN POSTER STILE MATRIX

PER ESORTARE LE VOCAZIONI

Un prete che ricorda un Keanu Reeves con occhiali da sole alla moda, un rosario in una mano e un crocifisso nell’altra. Una grafica interamente ispirata a Matrix, nello stile di un poster cinematografico che annuncia: «È in arrivo nella parrocchia più vicina». È il poster per esortare alle vocazioni sacerdotali messo a punto dall’arcidiocesi di Indianapolis, che è piaciuto a tal punto alla Conferenza episcopale degli Usa da spingerla a inviarne 5 mila copie a Colonia per la Giornata mondiale della gioventù. L’idea è di padre Jonathan Meyer, 28 anni, intraprendente responsabile della pastorale giovanile a Indianapolis, che ha anche posato come modello per il poster. Secondo padre Meyer, la Chiesa deve saper cogliere l’interesse dei giovani per la cultura pop e utilizzarlo per promuovere il sacerdozio. «Se riusciamo a convincere un ragazzo delle scuole superiori - ha detto padre Meyer al Washington Times - ad appendere il poster di un prete nella propria camera, questo ci serve ad aiutare i giovani a rispondere alla chiamata del sacerdozio. Chiunque sia un fanatico di Matrix, guarda l’immagine e la coglie immediatamente».
IL MIGLIOR DIARIO

PREMIATO A PIEVE
«La mia GMG» è il titolo del concorso lanciato dall’Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano in occasione della ventesima Giornata Mondiale della Gioventù che si tiene a Colonia. Settantamila diari bianchi saranno distribuiti in Germania perchè i Papa boys possano raccontare l’esperienza vissuta nelle giornate di Colonia con Papa Benedetto XVI. Fra tutti gli scritti ne saranno selezionati trenta che saranno conservate nell’archivio della Fondazione Archivio Diaristico Nazionale.
DA ROMA CON LO SLOGAN

SULLA T-SHIRT: «ARIECCOCE»
Con lo slogan «Arieccoce», stampato sulle loro magliette e su tutti i gadget del loro kit, saranno 10 mila i giovani cattolici romani che parteciperanno alla ventesima Giornata Mondiale della Gioventù a Colonia. Un’affluenza da record, rispetto ai 3 mila presenti al precedete raduno di Toronto, in Canada, con Giovanni Paolo II, motivata, spiega monsignor Mauro Parmeggiani, responsabile del servizio diocesano per la pastorale giovanile del Vicariato di Roma, «non già dalla collocazione geografica di quest’anno raggiungibile con più comodità, ma soprattutto dall’entusiasmo dei giovani cattolici romani. Entusiasiasmo che, già ben instradato da Papa Wojtyla, si è rinnovato con vigore grazie al rapporto speciale instaurato da subito con i giovani da Benedetto XVI».