Cursi (An) rivela che nel 2005 il governo Berlusconi stanziò 103 milioni di euro per ristrutturare l’ospedale, ma i soldi non furono usati Umberto I: al via il piano antinfezioni I vertici della Regione cercano di correre ai ripari dopo l’allarme igien

Dopo l’inchiesta dell’Espresso la sanità romana corre ai ripari. E non solo perché arriva al capolinea il piano contro le infezioni ospedaliere che la Regione Lazio aveva chiesto di elaborare antro il 2006 all’Istituto nazionale per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani, che ora la giunta si accinge a votare. A 24 ore di distanza dall’ispezione dei Nas, il Policlinico sembra già aver cambiato volto: ieri corsie e corridoi erano tirati a lucido, puliti come mai anche i tunnel. E si scopre anche, come denunciato da Cesare Cursi, già sottosegretario al ministero della Salute, che nel 2004 e nel 2005 il governo Berlusconi stanziò 103 milioni di euro proprio per la ristrutturazione dell’Umberto I. Soldi che però non furono mai utilizzati.