«Il custode non c’è, ma lo sostituisce un’agenzia esterna»

«Il pagamento del servizio di portineria in via Tracia 7 è giustificato dal fatto che un’agenzia esterna si occupa di fare le pulizie e raccogliere i sacchi delle immondizie una volta a settimana, da quando il portiere dello stabile è morto. Sostituirlo in fretta non era facile, visto che occupava un nostro alloggio anche durante la malattia». Questa è la risposta dell’Aler alle proteste dei residenti del condominio a ridosso di San Siro, privati da mesi del portiere, ma non esonerati dal versare il contributo sul servizio. Poco importa se il vecchio custode, Luca, non sia mai stato sostituito. Secondo l’azienda regionale, le mansioni minime sono state assicurate comunque. Certo è che un portiere assolve una serie di compiti extra, rispetto alla semplice raccolta dei rifiuti o al colpo di scopa sulle scale. Per questo l’Aler sta correndo finalmente ai ripari. «Non è facile reperire una persona affidabile da assumere in quella zona. Molti pretendenti hanno fatto marcia indietro una volta conosciuta la via di destinazione. Però abbiamo da poco finito i colloqui. E da settembre i condomini di via Tracia 7 avranno un nuovo portiere». È una promessa? «No, è una certezza», rispondono dall’Aler.