Custodi del parco per punizione

Per sei mesi puliranno e si prenderanno cura del parco pubblico. Di quello stesso giardino dove, per aver manomesso un lampione, rischiarono di uccidere un bimbo di tre anni, sul quale il palo finì per abbattersi. Una punizione esemplare inflitta dal sindaco di Vittuone Enzo Tenti ad alcuni vandali, tutti minorenni, individuati dai carabinieri dopo lunghi mesi di indagine. «Vogliamo insegnare a quei ragazzi come ci si comporta e il rispetto per la cosa pubblica» ha spiegato il primo cittadino, che alla denuncia penale ha preferito per gli adolescenti un futuro di lavori socialmente utili. I genitori, invece, risarciranno i danni. La baby gang composta da sei ragazzi da 14 ai 17 anni, cinque dei quali residenti in paese, la notte del 27 maggio aveva manomesso un lampione all’interno del parco di via IV novembre. Il pomeriggio successivo era caduto addosso a un bambino di tre anni che, con il fratellino e sotto gli occhi della mamma, stava giocando insieme agli amichetti. Colpito alla testa, il piccolo, che ora sta bene, era stato intubato e trasportato all'ospedale di Niguarda in prognosi riservata. Era poi rimasto per qualche giorno tra la vita e la morte.