Cutro, duplice omicidio: muoiono padre e figlio Si è costituito l'assassino

Sono Carmine e Antonio Arcuri, padre e figlio, le due persone uccise per vendetta. Carmine aveva ferito con un'ascia Domenico Grande. A quel punto il fratello del ferito ha fatto fuoco

Crotone - Duplice omicidio questa mattina, verso le 12.30, a Cutro, paese vicino Crotone: nel centralissimo Corso Umberto due uomini, padre e figlio, Carmine (57 anni) e Antonio (29) Arcuri, gestori di un distributore di benzina, sono morti sotto i colpi di armi da fuoco sparati da un uomo che poco dopo si è costituito ai carabinieri. I due sono deceduti sul colpo.

Vendetta scaturita sa un colpo d'ascia Secondo i carabinieri, che stanno svolgendo le indagini, tutto è iniziato da una lite tra le famiglie Arcuri e Grande iniziata ieri sera. Questa mattina, in corso Umberto, uno dei due Arcuri ha colpito con un’ascia Domenico Grande, ferendolo gravemente. A quel punto il fratello del ferito ha tirato fuori due pistole, facendo fuoco sui due Arcuri e uccidendoli. Alla base del litigio tra i quattro vi sarebbero state questioni economiche. Domenico Grande, originario di Cutro ma residente a Viadana in provincia di Mantova, è ora ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Crotone. Le indagini sono affidate al sostituto procuratore Pierpaolo Bruni.