D’Alema se la prende con la sinistra inutile

D’Alema attacca la sinistra radicale «che si rifugia in una fuga individualistica dalle responsabilità» e per questo «non serve a questo Paese!». Il ministro ha partecipato ieri a Roma a una manifestazione sul Partito democratico. Un’occasione per togliersi qualche sassolino dalla scarpa. Così evoca i due senatori dissidenti: «Dicono: “io voto no perché sono contro la missione in Afghanistan, poi magari cade il governo e ne viene un altro di destra che magari va anche in Irak, ma io sono tranquillo con la coscienza”».