D’Alema va a braccetto con Hezbollah

Massimo D’Alema fa infuriare la comunità israelitica italiana. Le sue frasi sulla «disgraziata guerra» e sul «disastro politico di Olmert», insieme alla foto a braccetto con i deputati Hezbollah, scatenano le critiche sia dell’opposizione sia di qualche suo alleato. In un’intervista al Giornale, il presidente della Commissione difesa del Senato, Sergio De Gregorio, avverte: «Le regole d’ingaggio ci consentano di difenderci o il Libano rischia di essere il nostro Vietnam».