D’Arrigo, dai carri armati ai comandi Nato

Siciliano, 62 anni, è stato al vertice della brigata corazzata Ariete

da Roma

Il tenente generale Cosimo D’Arrigo, sottocapo di stato maggiore della Difesa, è nato a Catania nel 1945. È sposato e ha due figli. Laureato in Scienze strategiche presso l’Università di Torino e buon conoscitore della lingua inglese, ha frequentato l’Accademia militare di Modena e la Scuola di applicazione d’arma di Torino. Promosso tenente carrista nel 1967, ha prestato servizio a lungo presso reparti corazzati fino a ricoprire l’incarico di comandante della brigata Ariete.
Nel 1997 è stato nominato vicecomandante del Comando delle forze di difesa di Vittorio Veneto e nel 2000 comandante del Comando controllo, comunicazioni e intelligence di Anzio.
Come ufficiale di stato maggiore ha anche disimpegnato l’incarico di capo ufficio del personale dello stato maggiore dell’Esercito. Nel 1997 è nominato vicecapo di gabinetto del ministero della Difesa e dal 2002 al 2003 è stato direttore generale del personale militare.
Nel dicembre del 2003 ha assunto l’incarico abbinato di comandante delle Forze operative terrestri e del Joint command south della Nato. Dal luglio del 2005 ricopre la carica di sottocapo di stato maggiore della Difesa. È Grande ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana ed è insignito della medaglia mauriziana, della medaglia d’argento di lungo comando.