D-Day a rischio per colpa di uno storico

Poco mancò che il celebre storico militare Basil Liddell Hart facesse saltare lo sbarco degli Alleati, il 6 giugno 1944, in Normandia. Saputo dell’evento con largo anticipo, non osservò alcuna precauzione di segretezza: si mise a criticare l’iniziativa a Londra e addirittura redasse una memoria scritta, che consegnò a uomini politici e militari. La rivelazione emerge dai dossier dell’M15, consegnati solo ora all’Archivio nazionale. Quando il primo ministro Winston Churchill seppe del comportamento di Hard, chiese che venisse perseguito dalla legge. Hard, interrogato, disse che le sue erano deduzioni personali e non aveva fonti ufficiali. Non venne arrestato, ma da allora fu strettamente controllato.