Il défilé della Boni apre la stagione

Paola Bulbarelli

Con le vacanze ormai alle spalle e il lavoro che ritorna prepotentemente nella vita quotidiana, ecco che a Milano ricompare la moda nelle sue mille sfaccettature. Ha iniziato nei giorni scorsi Altagamma (l’associazione costituita nel 1992 di cui fanno parte 59 imprese che sviluppano un giro di affari di 17 miliardi e 500 milioni di euro, dei quali oltre il 70% in esportazioni) con un vertice italo-indiano, si proseguirà con appuntamenti sparsi qua e là per la città come la presentazione della nuova collezione di Chiara Boni prevista per mercoledì prossimo nello show room in via Monte di Pietà, fino ad arrivare alle inaugurazioni dei nuovi negozi e alla moda di fine settembre (dal 24 settembre fino al 2 ottobre) dove sarà di scena Milano Moda Donna, ovvero tutto ciò che indosseremo la prossima primavera estate. Si torna, insomma, al lavoro, nella capitale italiana della moda, per rispondere alla concorrenza internazionale.
Per quanto riguarda l’incontro con il ministro indiano al Commercio e all’industria Kamal Nath – accompagnato da una delegazione composta tra gli altri dall’ambasciatore Himachal Som e dal direttore dell’Istituto nazionale del Design indiano, Darlie O. Koshy – e Altagamma, rappresentata dai vice presidenti Carlo Guglielmi ed Ermenegildo Zegna; dal segretario Armando Branchini e dal coordinatore del gruppo di lavoro Business development, Michele Norsa, a prima vista non si può che essere soddisfatti dei risultati raggiunti. Le tematiche discusse sono state l’apertura del mercato indiano alle imprese di alta gamma, in termini di riduzione delle barriere tariffarie e non tariffarie, la possibilità, per l’impresa straniera di essere titolare della licenza di distribuzione e di essere proprietaria dell’immobile in cui svolgere l’attività commerciale, oggi negate in India a differenza della maggioranza dei Paesi del mondo, tra cui la Cina.Altro importante tema affrontato è stato l’opportunità di sviluppare un programma di formazione manageriale per moda e design. Sda Bocconi ha predisposto un progetto che prevede iniziative di formazione da realizzare in India.