Dà fuoco a due clochard per un giaciglio in auto

Ha dato fuoco all’auto, una Fiat Tipo, mentre all’interno dormivano due stranieri, ucraini, ma è stato bloccato subito dopo e arrestato dai carabinieri della stazione di Porta Cavalleggeri. Le manette per tentato omicidio sono scattate nei confronti di un cittadino polacco di 24 anni, senza fissa dimora, che ha giustificato l’incendio da lui appiccato dicendo che i due, di 46 e 29 anni anche loro clochard, avevano occupato la vettura dove solitamente trovava ricovero la notte.
L’episodio è avvenuto nella tarda serata di giovedì in piazza Pio XI: il ventiquattrenne ha aperto uno sportello della Fiat Tipo ed ha gettato all’interno del liquido infiammabile appiccando poi le fiamme. Subito dopo si è allontanato ma è stato notato da agenti della polizia penitenziaria che transitavano nella zona e che hanno subito allertato il 112.
Quando i militari dell’Arma sono arrivati, sono riusciti a bloccare il polacco. I due ucraini sono scampati alle fiamme perché, resisi conto dell’incendio, sono subito scesi dall’autovettura.