Dacia promossa a pieni voti L’essenziale piace

Le vendite della romena Dacia sono passate da 52.403 del Duemila a 257.854 del 2008. Nel primo semestre di quest’anno hanno registrato una crescita del 20,3% in Europa, Maghreb, Turchia, in un mercato in calo del 16,5%. Sono state vendute circa un milione di Dacia dal rinnovo della marca, nel 2004, a oggi. Il low cost piace. Dacia prevede di esportare 250mila unità, oltre l’80 % della sua produzione anche a causa della debolezza della domanda interna. Nell’Europa Occidentale e soprattutto in Germania il brand sta registrando un vero boom.
La controllata del gruppo Renault ha aumentato del 12% i ritmi produttivi giornalieri, da 1.200 a 1.340 veicoli, e ha deciso di creare 500 nuovi posti di lavoro. Dall’acquisizione realizzata da Renault il 2 luglio 1999 e il lancio di Logan nel 2004, Dacia è diventata una protagonista del mondo dell’auto e un pilastro della strategia del costruttore francese. Tutti i preconcetti sono stati smentiti, è nato un nuovo stile di consumo automobilistico: modelli essenziali, robusti, affidabili. Questa nuova concezione dell’automobile ha premiato Dacia, una marca in anticipo sui tempi.
Il lancio di Dacia eco2 al Salone di Parigi, lo scorso anno, ha dimostrato che veicoli a prezzi contenuti possono anch’essi rispettare l’ambiente. Con Sandero (nella foto) e Sandero Stepway il prezzo contenuto è diventato compatibile con appeal e design contemporaneo. Un trend confermato da Dacia Duster, prima concept-car della marca. La gamma è ora composta da cinque modelli: tre automobili (Logan, Logan Mcv e Sandero) e due veicoli commerciali (Furgovan e Pick-up).
Sandero, la berlina compatta e abitabile di Dacia, ha venduto oltre 100mila unità dal lancio, avvenuto a luglio 2008. L’82% delle Logan Mcv assemblate nell’impianto di Pitesti è esportato in 60 mercati di quattro continenti. Oltre che in Romania, molte altre fabbriche producono Logan e Sandero in Marocco, Russia, Colombia, Brasile, Africa del Sud, India e Iran. Dacia con Duster, visto al Salone di Ginevra, presenta il sesto modello della gamma, un Suv 4x4 dalla carrozzeria muscolosa che verrà lanciato nel 2010. Sulle piste ghiacciate del Trofeo Andros 2009-2010, categoria Silhouette sarà guidato da Alain Prost che metterà a dura prova l’affidabilità dell’ auto e la sua robustezza. Lanciata in Italia a gennaio 2006, la marca Dacia è diventata in soli 4 anni una protagonista del mercato con 43.925 auto vendute e il 0,9% di quota di mercato a fine ottobre 2009. Nel polo industriale di Mioveni, dove dal 1966 si costruiva un’auto sulla base del modello Renault 12, lavoravano oltre 30mila operai, oggi sono poco più di 7mila, ma in una industria di livello europeo.