Dagli immigrati alla droga la politica irresponsabile del governo

Dopo avere ascoltato le dichiarazioni di D'Alema sulla Rai, lo sdegno che monta in me e che mi blocca la digestione è tale e tanto che mi chiedo: ma fino a quando dovremo sopportare la sua arroganza? Fino a quando dovremo sopportare il livore pacioso e balbettante di questo presidente del Consiglio abile solo nella mediazione spartitoria del potere? Fino a quando dovremo sopportare i fervorini di pacificazione di questo presidente della Repubblica che fino a ieri militava in un'opposizione che più viscerale, totale e intransigente non avrebbe potuto essere? Il punto è che questo governo e questa maggioranza stanno avvelenando la nostra società e i suoi valori: l'irresponsabile politica di sostegno all'immigrazione incontrollata - che nulla ha a che fare con la solidarietà, ma tutto con l'allargamento della loro base elettorale - va sempre più ad inquinare la società ampliandone le sacche di criminalità e di degrado; la tolleranza ed anzi la sostanziale promozione della diffusione della droga va a corrompere sempre di più i nostri giovani; la totale adesione all'avversione sindacale per qualunque forma di meritocrazia nel lavoro e nella scuola va sempre più a deprimere l'iniziativa e la creatività, che sono il sale dell'economia.