Dai comunisti me lo aspettavo Dai centristi mi sento tradito

A volte cammino per una strada da dove l’occhio può ammirare le colline genovesi della Val Polcevera.
Abbarbicato al primo colle c’è il Santuario di Coronata, oltre, sul monte che ferma l’orizzonte si erge maestoso il Santuario della Madonna della Guardia, dove il campanile aguzzo della basilica par puntellare il cielo dell’Occidente. Un cielo purtroppo decadente che abbisogna, ormai, del puntello di tutti i campanili del mondo cristiano. Così penso mentre cammino e guardo quel paesaggio d’antica fede che presto cambierà aspetto, poiché «presto» un minareto addombrerà il piccolo campanile del Santuario di Coronata. E già vedo la moschea che sorgerà poco sotto al Santuario col permesso comunale.
Siate maledetti! Mi bisbiglio addosso, pensando agli incoscienti seduti sugli scanni di palazzo Tursi. Uomini senza onore che permettono al musulmano di costruire un loro tempio vicino a un Santuario che è nel cuore dei «veri» cattolici genovesi.Posso capire i comunisti, primi artefici di questo oltraggio, giacché politicamente immorali esaltano la loro laicità nella menzogna. Ma dai cattolici della cosiddetta Margherita mi sembra proprio intollerabile.