Dai greci alla Neoavanguardia: Roma nei versi dei poeti

Verrà presentato martedì prossimo (15 novembre) presso la Protomoteca capitolina il volume «Sotto il cielo di Roma» a cura di Filippo Bettini (Fermenti editore). All’incontro prenderà parte, oltre all’autore, anche Paola Pitagora cui spetta il compito di leggere alcune liriche del Belli dedicate alla Città Eterna. In questo libro Bettini ha raccolto il frutto di una ricerca durata qualche lustro. Si tratta infatti della prima antologia che raccoglie tutte le poesie della letteratura mondiale dedicate alla nostra città. «Roma nella poesia del mondo da Licofrone alle Neoavanguardie degli anni Sessanta» recita, infatti, il sottotitolo di questa monumentale summa che non raccoglie soltanto i versi «scontati» di autori come Catullo, Belli, Stendhal o Goethe ma anche i componimenti di poeti russi, come Evtuschenko e Majakovskij, e danesi come Bodchter e Andersen.