Dai municipi le denunce per l’offensiva anti ratti

Un’offensiva contro topi e piccioni nel centro storico genovese. La chiede al Comune il consigliere di Forza Italia del Municipio Centro est Alberto Loi.
Loi, in due ordini del giorno sottoposti all’attenzione del consiglio municipale, invita l’assessore Roberta Morgano a prendere provvedimenti sia per diminuire la popolazione dei piccioni con ogni metodo lecito sull’esempio di Siena e Firenze, sia per recuperare le carcasse dei ratti che spesso si trovano nelle vie del centro storico.
Intanto, dopo l’annunciata deratizzazione dei punti della città più colpiti dalla presenza di ratti, il consigliere arancione del municipio Centro ovest Stefano Tortello chiede che l’amministrazione intervenga nella zona di via Bologna a Di Negro, a pochi metri dalla scuola elementare e materna «Mameli». «Mi rendo conto che i fondi stanziati non permettano una pulizia totale della città - spiega Tortello- ma si faccia pulizia attorno alle scuole».