Dai pozzi allo sport, i volti di una dinastia

Il capostipite è Angelo Moratti, nato a Somma Lombardo nel 1909. Una vita di coraggio imprenditoriale, coronata dalla fondazione della Saras, una delle più grandi raffinerie del Mediterraneo. Fu per breve tempo co-proprietario del Corriere della Sera, ma all’editoria preferì lo sport. Rimase presidente dell’Inter dal 1955 al 1968. È morto nel 1981, lasciando cinque figli, più uno adottivo: Adriana, Gianmarco, Mariarosa detta Bedy,Massimo, Gioia e Natalino.Gianmarco e Massimo si occupano dell’azienda. Il primo è presidente della Saras e ha sposato, in prime nozze, la giornalista Lina Sotis. Si è poi unito in matrimonio con Letizia Brichetto Arnaboldi, ex-ministro e attuale sindaco di Milano. Il secondo maschio, Massimo, nel 2007 è tornato al vertice della squadra neroazzurra. Ha sposato Milly, ambientalista e attivista politica.La figlia Bedy, invece, è diventata attrice.