Dai Radicali ai Verdi alla Margherita Finì in carcere per uno spinello

Attualmente ministro per i Beni e le attività culturali e vicepremier, è stato eletto sindaco di Roma nel 1993 e nel 1997, carica che ha ricoperto fino al 2001. È stato presidente nazionale e leader della Margherita dal 2001 fino allo scioglimento del partito, avvenuto nel 2007. S’è avvicinato alla politica iscrivendosi al Partito radicale di Pannella. Nel 1983 è stato eletto alla Camera. In quel periodo è finito in carcere per aver fumato uno spinello durante una manifestazione. Ha contribuito a fondare i Verdi e nel 1993 è diventato ministro dell’Ambiente del governo Ciampi, per un giorno solo. S’è infatti dimesso subito per protestare contro il Parlamento che aveva negato l’autorizzazione a procedere per Craxi. Nel 2006 è stato vicepremier e ministro dei Beni culturali. Nel maggio 2007 ha fondato il Partito democratico, nato dalla fusione di Margherita e Ds. È sposato con la giornalista .