Dai rocker ai caschi, in vetrina i materiali campioni d’inverno

Non potevano mancare né il premio né le prove pratiche.
Anche quest'anno Ispo ha consegnato i suoi «Oscar» ad alcuni prodotti che saranno esposti. Ed è già caccia al «must»: per lo sci fuori pista il primo della classe è risultato il «D2» di Dupraz, sci versatile e goloso di «powder», la neve farinosa, come di gobbe. Per tutti gli altri la parola d'ordine è «rocker» la tecnologia del «camber inverso», punte e code all'insù, che dal free ride approda ora in pista.
Parlando di sicurezza l'oscar va al casco Poc, il brand svedese leader nel settore grazie al peso leggero che non lesina però sulla robustezza. Per il segmento Outdoor l'equipaggiamento più innovativo è risultato la lampada frontale Petzl che aggiusta in automatico l'intensità della luce. Sul podio anche il set da ferrata Edelrid che a seconda del peso dell'alpinista modifica la sua flessibilità.
Appassionati di sci, ma anche di outdoor, Ispo prosegue anche oltre Monaco ad approda ad Hinterux, in Austria, sul ghiacciaio dei campioni. Come già accaduto lo scorso anno, dal 2 al 4 febbraio, Ispo propone un demo on snow, l'imperdibile ed esclusiva possibilità di testare con mano ( e con i piedi) le migliori attrezzature di sci che vedremo in catalogo a partire dalla prossima stagione 2012-2013. Il tutto in anteprima e a prezzi contenuti (da 455 euro per 3 notti in hotel 4 stelle compreso skipass per due giorni). Oltre alle principali aziende di sci, attacchi e scarponi, ad aderire al demo tour saranno anche gli espositori di snowboard, caschi, doposci, abbigliamento, maschere, guanti ed occhiali da sole. A quota 3200 metri sarà anche possibile lanciarsi in una arrampicata su cascate di ghiaccio oppure provare una corsa contro il tempo in un'esercitazione di ricerca travolti dalle valanghe, muniti delle più avanzate ricetrasmittenti.