Daimler «chiama» Fiat per le piccole Mercedes Partita a due con la Bmw

da Milano

Il gruppo Daimler sarebbe in trattative anche con Fiat per lo sviluppo dei modelli Mercedes Classe A e B. A riportare l’indiscrezione è il periodico tedesco Auto Motor und Sport. Oltre ad aver aperto un canale con Bmw, il numero uno di Daimler Dieter Zetsche avrebbe infatti già incontrato l’amministratore delegato del Lingotto Sergio Marchionne. L’eventuale collaborazione punterebbe a sviluppare piccoli modelli della Mercedes sulla base della Grande Punto e della Bravo, per conseguire notevoli risparmi nella produzione.
Fiat, con Grande Punto e Bravo - secondo il periodico - è infatti interpretata come «un partner in grado di permettere a Daimler costi di produzione più contenuti» per i nuovi modelli di questi segmenti. Per contro Fiat che «ha una debole rappresentanza nel segmento medio» potrebbe invece «trarre vantaggio dalle piattaforme di Mercedes», la stella a tre punte che fa capo a Daimler. Sia il Lingotto che il gruppo tedesco non hanno voluto commentare.
Auto, motor und sport ricostruisce poi come Daimler sia sotto pressione per ridurre i costi, assieme a Bmw, visti gli importanti effetti sinergici realizzati da Audi nell’ambito del gruppo Volkswagen. Zetsche sta negoziando sullo scambio di piattaforme anche con Norbert Reithofer, numero uno di Bmw, in quanto quella della Mini potrebbe essere utilizzata in futuro per le previste Mercedes Classe A coupé e cabrio. Bmw, d’altra parte, potrebbe utilizzare la piattaforma della Smart per un modello di city car. In questo caso si parla in particolare anche di una collaborazione nei motori elettrici. Come terzo progetto Mercedes e Bmw discutono infine, assieme alla francese Psa Peugeot Citroën su una collaborazione nei motori nel segmento delle monovolume. Le decisioni dovrebbero essere prese entro fine anno.