Dalai Lama: "L'Occidente chieda alla Cina di rispettare la democrazia"

Il monito del leader tibetano: "La Cina ha grande interesse a rientrare nell’economia mondiale, perciò la comunità mondiale ha la responsabilità morale affinché la Cina rispetti la democrazia"

Milano - "La comunità mondiale ha la responsabilità morale di chiedere alla Cina il rispetto della democrazia". È questa la risposta del Dalai Lama alla domanda dei giornalisti su quale atteggiamento debba tenere l’Occidente nei confronti della Cina. Prima di lasciare il Pirellone, il capo religioso tibetano ha spiegato che l’Occidente dovrebbe "educare i cinesi". "La Cina è un Paese grande, il più popolato al mondo - ha spiegato il Dalai Lama - e quindi è un Paese molto importante ed è altrettanto importante metterlo nella comunità internazionale".

Quindi il premio Nobel per la Pace ha aggiunto che "la Cina ha grande interesse a rientrare nell’economia mondiale, perciò la comunità mondiale ha la responsabilità morale affinché la Cina rispetti la democrazia, anche perchè i cinesi stessi amano la democrazia e l’ordine della legge". E sulla linea di condotta da adottare a suo parere nei confronti della Cina il Dalai Lama ha precisato che "alcuni principi devono essere fermi e decisi sempre restando però nell’ambito della profonda amicizia".