Il Dalai Lama non vedrà Sarkò (però incontrerà Carla Bruni)

Parigi. Viaggio-lampo, confermato nonostante le proteste, del presidente francese Nicolas Sarkozy a Pechino per l’apertura delle Olimpiadi. Con il capo dell’Eliseo partiranno per la Cina politici e atleti simbolo della Francia come l’ottantenne ex maratoneta Alain Mimoun. Nella sua veste di presidente di turno dell’Unione europea Sarkozy sarà l’unico rappresentante Ue alla cerimonia. Lo hanno precisato fonti della Commissione europea. Toccata e fuga a Pechino e poi ritorno a Parigi, dove dal 12 al 23 agosto arriverà in Dalai Lama. Il presidente Sarkozy, però, non lo incontrerà. Lo ha reso noto l’Eliseo, precisando che «si comprendono le ragioni che conducono il Dalai lama, tenuto conto delle circostanze, a non chiedere un incontro» con il capo dello Stato. Ieri il più stretto consigliere del leader spirituale dei tibetani ha fatto sapere che durante il viaggio del Dalai Lama a Parigi non è previsto un incontro con il presidente Sarkozy, incontro che non è stato «richiesto» dallo stesso leader spirituale. Lo vedrà però Carla Bruni - continua ancora il comunicato - che «sarà presente alla cerimonia religiosa del 22 agosto in cui il Dalai Lama inaugurerà un importante tempio buddista».