Dall’inizio del 2007 allontanati cinque dipendenti

Bolzano. Dall’inizio dell’anno la Provincia autonoma di Bolzano ha licenziato cinque dipendenti ritenuti fannulloni incorreggibili. Si va da un bidello, richiamato in tre occasioni a limitare le assenze e cambiare comportamento a un dirigente. «Ogni sforzo è risultato vano», è stato il commento ufficiale, «dopo le segnalazioni, l’ufficio del personale aveva valutato ed esaminato gli aspetti tecnici della pratica, non quelli di merito». I dipendenti hanno avuto «venti giorni per prendere una posizione», poi è stato loro «contestato formalmente l’addebito», spiegano. Solo dopo un colloquio con il direttore del reparto di riferimento, alla presenza di un collega, un sindacalista o una persona di fiducia, viene deciso se chiedere o meno il licenziamento. Che scatta, concludono «dopo un ultimo tentativo di conciliazione».