Dall'Australia l'abito di-vino

Sidney - Farete letteralmente girare la testa a chi vi sta accanto e, soprattutto, non farete una piega quando a una festa qualcuno vi rovescerà addosso del vino. Uno scienziato australiano ha creato un vestito dalla cellulosa tessuta dai batteri in un catino di vino in fermentazione, e sostiene che la sua creazione potrebbe essere il futuro della moda. Il vestito deve essere tenuto umido perché le fibre di cellulosa non sono abbastanza lunghe e flessibili quindi, quando si seccano, diventano fragili e si rompono. Per dare una forma al vestito, la patina di cellulosa viene estratta dalla superficie del vino in fermentazione e spalmata attorno a una manichino  gonfiabile che viene poi sgonfiato quando l'abito ha preso la giusta forma.

Lo stilista "E' una forma d'arte, non è pensato per essere indossato tutti i giorni", ha detto oggi l'inventore Gary Cass. "E' stato creato per essere un oggetto provocatorio, per far nascere un dibattito sul futuro della moda", ha detto Cass, un tecnico della Univesity of Western Australia di Perth. Cass fu ispirato mentre lavorava nella sua vigna molti anni fa, ma ha messo in pratica la sua idea solo quando è riuscito a ottenere i finanziamenti da un gruppo artistico che ha deciso di produrla.