Dalle barzellette all’impero dell’entertainment

Buongiorno compra la sudafricana iTouch. Così l’azienda italiana diventa un peso massimo nel mercato dei servizi mobili a valore aggiunto<br />

Grazie a i fondi di banca Imi, Buongiorno Spa si compra la sudafricana iTouch per 141 milioni di euro. Uno shopping che proietta l’azienda italiana in pole position tra le imprese che, a livello mondiale, si spartiscono la torta dell’intrattenimento via telefonino. Niente male per un’azienda che a metà degli anni ’90 non faceva altro che mandare via email una barzelletta nuova ogni giorno ai suoi iscritti, per fargli iniziare la giornata con un sorriso. Probabilmente nemmeno il fondatore Mauro del Rio si immaginava che da quel giochino sarebbe nato un business milionario.

Eppure, già nel ’99 la faccenda si era fatta seria, anzi, serissima: Del Rio abbandonò il suo vecchio lavoro e attorno alla barzelletta quotidiana, che nel frattempo dall’email si era spostata all’Sms, costruì una vera azienda. Inizialmente finanziata dai soldi degli amici, poi arrivarono i finanziatori di spessore, da Barilla a Maramotti di Max Mara. E Buongiorno non si è più fermata, fino a sbarcare negli Stati Uniti nel 2005, in Asia l’anno successivo, macinando lungo il percorso le aziende che sono entrate nella galassia di Del Rio, portando in dote una gamma di servizi sempre più ampi. Per esempio la torinese Vitaminic, che vendeva musica online. Ed era pure quotata in borsa, circostanza che ha spalancato a Buongiorno le porte di Piazza Affari. Poi è stato il turno di MyAlert, con cui Buongiorno è entrata definitivamente nel mondo della telefonia.

Adesso tocca ai sudafricani di iTouch, che come la stessa Buongiorno è un colosso nella distribuzione di intrattenimento mobile, con sedi in 13 paesi e un parco utenti valutato in circa mezzo milione di persone. «L’acquisizione di Touch rappresenta un ulteriore e fondamentale passo nella strategia di Buongiorno volta a conferire alla società una portata globale. Le due società, insieme, potranno contare su una presenza realmente mondiale, con una posizione di leadership in diversi mercati tra cui Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Spagna, Italia, Sud Africa, Australia, Benelux, Messico e Brasile.

Grazie a questa presenza globale, a un portafoglio prodotti diversificato e ai canali di distribuzione complementari, l’entità aggregata si troverà in una posizione particolarmente privilegiata per beneficiare della notevole crescita di mercato attesa per il settore Mobile Value Added Services. Inoltre, Oak Investment Partner, Goldman Sachs e il management di iTouch diverranno azionisti di Buongiorno. Siamo molto lieti di poterli accogliere nella compagine azionaria e di iniziare a lavorare insieme per l'obiettivo comune di dare ulteriore impulso al piano di creazione di valore per i nostri azionisti», ha sottolineato Mauro Del Rio. Quanta strada che si può fare, a partire da una barzelletta.