Dalle bighe di «Ben Hur» allo strip della Ferilli

Nell'emendamento che il governo presenterà al decreto sulla competitività, in cui verrà corretta la riforma dei taxi, ci sarà anche l'abolizione dei costi di chiusura dei conti correnti bancari. Lo ha detto al termine della trattativa con gli autisti il ministro dello Sviluppo economico Pierluigi Bersani, precisando che ci sarà anche l'obbligo per gli agenti plurimandatari delle assicurazioni di dichiarare le loro provvigioni.
La variazione operata dal governo di centrosinistra al testo sulle liberalizzazioni prevede che l'abolizione dei costi di chiusura dei conti correnti bancari sia generalizzata e quindi non limitata a certi casi.
Nella prima formulazione il provvedimento dell’esecutivo prevede che non ci siano spese di estinzione a carico del cliente solo nel caso in cui cambino le condizioni bancarie e l’utente chieda pertanto di uscire.