Dalle rivelazioni al romanzo

Roma 1983: una ragazzina di quindici anni, cittadina vaticana, svanisce nel nulla. Venticinque anni dopo un giovane avvocato deve far luce su quella vicenda se vuole salvare se stesso e ciò che resta della sua famiglia. L’unica strada che può seguire è quella indicata da Anna Marzani, una donna rovinata dalla cocaina, ridotta all’ombra della bellezza di un tempo quando, negli anni ’80, era l’amante del capo di una banda criminale che aveva terrorizzato Roma. Per alleggerire la posizione di sua figlia Valeria, arrestata per droga, è disposta a rivelare quello che sa su quella scomparsa. Non tutti però vogliono crederle. Eppure Fabrizio Rebecchi, un giovane avvocato dello studio che segue la Marzani da sempre, dà credito alle sue rivelazioni e decide di portare allo scoperto quello che la donna ha soltanto lasciato intendere. «In terra consacrata», nuovo romanzo di Ugo Barbàra, si ispira a uno dei misteri più oscuri dell’Italia contemporanea. Con la collaborazione di Rosa Polito, cronista giudiziaria dell’Agi, che lo scorso anno pubblicò in esclusiva le prime dichiarazioni di Sabrina Minardi, parte dalle più recenti rivelazioni sulla scomparsa di Emanuela Orlandi per tratteggiare una trama fitta di intrighi. La storia si sviluppa in un thriller che non lascia respiro.