Dalle utopie di Francis Bacon al cinema

Atlantide è anche un mito letterario. Francis Bacon in La Nuova Atlantide (1627), descrive Bensalem, società utopistica in America. In Atlantis: the Antediluvian World, Ignatius L. Donnelly (1882), forse influenzato da Ventimila leghe sotto i mari di Jules Verne (1870, in cui il Nautilus esplora i ruderi di Atlantide) avvalora Platone e considera la cultura di Atlantide matrice di ogni altra. Dal romanzo di Pierre Benoit, Atlantide (1920), G.W. Pabst trasse nel 1932 un celebre film, ambientato nel Sahara.