Dallo Stato e dall’Ue 2,1 miliardi di euro per la Regione Lazio

Alla Regione Lazio andranno circa 2 miliardi e 100 milioni di euro, finanziati dall’Unione europea e dallo Stato, per le politiche di coesione nel periodo 2007-2013. E il frutto dell’intesa raggiunta dalla conferenza delle Regioni sulla ripartizione delle risorse comunitarie e nazionali per le regioni dell’«obiettivo competitività e occupazione». Nell’area di competenza delle politiche per la coesione, come è spiegato in una nota della Regione, rientrano le iniziative per ridurre le disparità e promuovere una maggiore coesione economica, sociale e territoriale in ogni zona dell Unione europea. L’obiettivo «competitività e occupazione» dei fondi strutturali nasce per sostenere la competitività e l’innovazione all’interno di una strategia di sviluppo sostenibile. Rispetto al periodo 2000-2006 (quando al Lazio furono assegnati l 11,7 per cento dei fondi strutturali destinati all’Italia), per il 2007-2013 alla Regione andrà il 13,9 per cento delle risorse disponibili, mentre il cofinanziamento dello Stato passerà dal 10,9 al 10,3. Dei 2,1 miliardi complessivi, circa 1,5 miliardi, prosegue il comunicato della Regione, sono destinati ai programmi operativi regionali dell obiettivo «competitività e occupazione», finanziati dai fondi europei e dello Stato, mentre 663 milioni di euro provengono dal fondo nazionale aree sottoutilizzate. «Si è raggiunta un’intesa importante per programmare il futuro delle nostre Regioni - ha detto il presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo Sono state confermate le risorse destinate al Lazio e il Governo ha assunto già con questa finanziaria l’impegno di garantire la programmazione su base settennale, e non più triennale, delle risorse del fondo aree sottoutilizzate. Un risultato ha concluso Marrazzo che consentirà alle Regioni interventi strategici per lo sviluppo, l’innovazione e il rafforzamento della competitività dei nostri territori».