Dan Brown risbanca i botteghini a Genova

Maurizio Acerbi

Un mese di maggio da incorniciare per gli amanti dei blockbuster con tre uscite che hanno risollevato le sorti dei botteghini cittadini. Dopo Mission Impossible 3 e Il codice Da Vinci, lo scorso venerdì è toccato a X-Men: conflitto finale completare la terna delle pellicole da grande pubblico. L’ultimo episodio della saga degli eroi Marvel ha molti aspetti positivi. Prima di tutto, una serie di effetti speciali davvero ben riusciti che contribuisce, non poco, a rendere più accattivante un film «baciato» da una trama che non si perde in mille fronzoli. Proprio la semplicità della sceneggiatura, che lascia ampio respiro e spazio alla parte visiva, è uno dei punti di forza della pellicola. Di cosa parla il film? Si parte da una una cura, appena scoperta, che consente ai mutanti di poter scegliere tra il mantenere la loro condizione oppure rinunciare ai poteri per diventare persone normali. I pareri sono opposti, incarnati da Charles Xavier, leader dei mutanti che sostiene la tolleranza, e da Magneto, che invece sostiene la legge del più forte. L’unica soluzione per stabilire la sorte dei mutanti sembra quella di una guerra. Attenzione a non alzarvi quando iniziano i titoli di coda. È andato discretamente 4-4-2 - Il gioco più bello del mondo titolo che, forse, in questo momento non gli giova particolarmente. Peccato, perché il film, a episodi, girato da quattro registi esordienti, è gradevole perchè prova a raccontare il calcio di chi non ha sfondato. Si spazia così dal giovane talento napoletano di «Meglio di Maradona» alla compagna di un allenatore de «La donna del mister», dal procacciatore di giovani speranze africane di «Balondor» al portiere che sta per chiudere la carriera de «Il terzo portiere». Quattro episodi che vogliono trasmettere un segnale importante al tifoso disilluso dalle intercettazioni che, giorno dopo giorno, finiscono sui giornali italiani. Il cast è molto buono, composto da volti noti e decisamente «nella parte» come Nino D’Angelo, Roberto Citran, Antonio Catania, Piera Degli Esposti, Valerio Mastrandrea, per citarne alcuni, anche se il preferito è Gigio Alberti.
I film più visti a Genova dal 22 al 28 maggio 2006
1) Il Codice Da Vinci; 2) X-men: conflitto finale; 3) Volver; 4) L’era glaciale 2; 5) Mission Impossible 3; 6) One last dance; 7) La casa del diavolo; 8) Ti va di ballare?; 9) Una top model nel mio letto; 10) Il regista di matrimoni.