Danilovic aggredisce un arbitro

«C'è chi può e chi non può: io può», disse una volta Sasha Danilovic, asso del basket, ex-Virtus Bologna. Ma aggredire un arbitro non si può. Eppure Danilovic, oggi presidente del Partizan Belgrado, ci è cascato dopo una sconfitta della sua squadra nei playoff in Serbia. Già squalificato per due anni dalla federazione, Danilovic è stato denunciato dall’arbitro e rischia di finire in libertà vigilata. Come dire: l’immarcabile campione «marcato» per legge.