Danneggiata una sede di Fi

Silvia Villani

La vittoria della Casa delle Libertà alle politiche del 9 - 10 aprile a Cusano Milanino non è proprio andata giù a un gruppo di ignoti che, negli ultimi giorni, ha preso più volte d’assalto la sede cittadina di Forza Italia.
Vetrine spaccate, bandiere rubate e adesivi di partiti del centrosinistra incollati sul portone d’ingresso, il bilancio degli ultimi quattro raid che vanno così ad aggiungersi a quelli più volte denunciati dai club di Forza Italia di Cinisello e a Meda. Ultimo in ordine di tempo quello della scorsa notte quando utilizzando probabilmente delle grosse mazze i vandali sono riusciti a mandare in frantumi le vetrate antisfondamento della sezione in viale della Cooperazione. Ad accorgersi dei danni, il consigliere azzurro Antonino Reitano che ha sporto denuncia presso la locale stazione dei carabinieri. «Rubare bandiere, attaccare adesivi, sfondare vetrine - spiega l’esponente di Forza Italia - sono gesti ignobili che si ritorceranno contro gli stessi autori. Il nostro è, infatti, un partito liberale che si fonda sul dialogo e non sulla violenza. Questi atti, sono probabilmente legati al risultato ottenuto dalla Cdl alle scorse elezioni».
Nelle 17 sezioni della città, alla Camera il centrodestra ha ottenuto il 52,41 per cento delle preferenze contro il 47,59 per cento della sinistra mentre al Senato il 52,57 per cento. Una vittoria, in una zona notoriamente rossa, ancora più importante che in un certo senso, potrebbe segnare la svolta politica in un comune ora guidato da Lino Volpato, esponente dei Democratici di sinistra.