Danni per circa 200mila euro

Dopo l’assalto il Comune fa subito la conta dei danni. La notte di violenza ha portato alla distruzione di circa 40 cassonetti dell’Amiu e 10 recipienti per la raccolta di carta e vetro. Per quantificare i danni è ancora presto, ma il vice sindaco Alberto Ghio, che ieri mattina ha effettuato un sopralluogo sulle strade interessate dagli scontri, prevede che siano stati «bruciati» almeno 200mila euro. Fin dalle prime ore della mattinata comunque le squadre del Comune erano al lavoro per risistemare gli oggetti e gli arredi urbani distrutti. Si attendono anche le denunce dei privati che hanno subito danni.
Alla polizia municipale risultano finite nel mirino dei teppisti 8 auto, 5 ciclomotori e un autocarro. Proprio quest’ultimo, un Apecar posteggiato in strada e distrutto dal fuoco, potrebbe però essere ripagato da una colletta lanciata su Internet dai tifosi genoani che ieri hanno voluto prendere le distanze dalle azioni violente e hanno lanciato l’iniziativa per offrire al proprietario dell’Ape la cifra raccolta a risarcimento del danno subito.