Danni ingenti Treni messi a soqquadro dai vandali

Imbrattata con vernice un'intera fiancata, frantumati i vetri di alcuni finestrini e di una porta di salita, danneggiata una porta intercomunicante, distrutti 56 neon e 4 interruttori: è questo il bilancio dei danni causati dai «soliti ignoti» a bordo di treni regionali. Coinvolti i treni 21064 (Recco-Genova Voltri), 21128 (Genova Brignole-Arquata Scrivia), 11249 (Savona-Sestri Levante), 2296 (Parma-Genova Brignole), 11245 (Savona-Genova Brignole) e un convoglio Taf. Il danno economico è di circa 5mila euro, cui bisogna aggiungere quello per il blocco dei treni in officina per le necessarie riparazioni. A pagarne le spese soprattutto i viaggiatori che non hanno a disposizione l'offerta quotidiana prevista. Nel 2010 sono ammontati a oltre 200mila euro i danni subiti, in Liguria, da Trenitalia per atti vandalici.