Danno erariale per «Calciopoli»

Tra le istruttorie aperte davanti alla Corte dei Conti, la Procura regionale lavora con particolare attenzione agli accertamenti che si sono resi necessari a seguito dello scandalo del mondo del calcio. Il procuratore Ribaudo ha detto che si è di recente «pervenuti all’emissione di numerosi inviti a dedurre». I giudici contabili stanno verificando quindi se nello scandalo del calcio italiano vi siano profili giuridici di imputabilità per danno economico allo Stato. Fra le ipotesi di danno c’è anche quello di danni all’immagine dello sport.Davanti al pm della magistratura contabile sono comparsi, tra gli altri, oltre a Franco Carraro, il suo ex vice Innocenzo Mazzini, gli ex designatori arbitrali, Paolo Bergamo e Pierluigi Pairetto, l’ex presidente degli arbitri Tullio Lanese.