Danno erariale per Nebbioso

Non c’è pace per la spedizione azzurra che si appresta ad affrontare i mondiali di Germania. La Corte dei Conti ha contestato un danno erariale di 450mila euro all’ex ministro della Giustizia Roberto Castelli e al suo ex capo di gabinetto Settembrino Nebbioso, da qualche giorno vice di Guido Rossi, e ad altri ex dirigenti del dicastero di via Arenula. Il presunto danno erariale deriverebbe dall’eccessivo ricorso alle consulenze esterne. In particolare, la citazioni nei confronti dell’attuale vicecommissario della Figc riguarda una consulenza affidata alla società «Global brain partner» incaricata di valutare l’efficienza del sistema giudiziario. Contestata, a Nebbioso, una somma di poco inferiore i 140mila euro. L’atto di citazione che riguarda Nebbioso, ex pm proprio a Roma, è propedeutico al giudizio contabile che comincerà il 19 febbraio prossimo e che coinvolge anche l’ex guardasigilli.