Il danno fatto a Napoli ormai è irrimediabile

La devastazione dell’ambiente perdura e s’aggrava a Napoli e nei paesi della provincia napoletana in questi giorni di calura estiva, e ancora cumuli di rifiuti abbandonati in strada vengono talora bruciati dagli abitanti al calar della sera, perché non rimossi per lungo tempo dagli addetti municipali, contribuendo ad aggravare lo stato ormai cronico di emergenza in questi luoghi. Ora apprendiamo dai giornali che il governatore della Regione Campania, Antonio Bassolino, sarà processato per non aver evitato che questa situazione degenerasse fino ad avvelenare l’aria stessa che respiriamo. Ma la notizia è una magra consolazione: cosa restituirà a queste contrade il loro volto di luoghi felici e salutari per coloro che ci vivono?